Testamentoolografo.it

Fare testamento

La sottoscrizione per identificare il testatore

La sottoscrizione è l’ultimo requisito di forma richiesto per il testamento olografo, dopo l’autografia e la data.

Essa indica la persona che ha scritto il testamento; deve essere apposta di proprio pugno dal testatore alla fine delle disposizioni.

La sottoscrizione non necessariamente deve essere composta da nome e cognome; è valida quando individua con certezza la persona che scrive, e può quindi essere sostituita da un soprannome conosciuto alle persone vicine al testatore, o da uno pseudonimo.
E’ quindi valida anche la sottoscrizione a mezzo di una sigla, se questa è sicuramente riconducibile al suo autore.

Scopo della sottoscrizione è quello dell’identificazione della persona che scrive nonché quello di chiudere il testamento dandogli valore, attestando che quella è la volontà del testatore in quel momento.

Nel caso di testamento olografo redatto in forma di lettera, la sottoscrizione può anche consistere validamente in “tuo padre”, o espressioni analoghe, purché con esse sia chiaramente individuabile la persona del testatore.

Eventuali codicilli aggiunti in calce al testamento devono essere anch’essi sottoscritti per essere considerati validi.

Non occorre che la sottoscrizione sia apposta contestualmente alla redazione della scheda testamentaria.

La mancanza della sottoscrizione comporta la nullità del testamento olografo.

In caso di omonimia è opportuno che sia aggiunto un elemento che rende identificabile con esattezza il testatore, quale ad esempio,la paternità, il soprannome, ecc.